Un’italiana nel Regno Unito: è tutta una questione di accenti

accenti inglesi

Gli accenti sono complicati, principalmente perché qualche volta sono così marcati che creano tutta una serie di incomprensioni, come nei miei primi tentativi di comprendere l’accento scozzese, forse l’accento inglese più difficile: diciamolo, non andò molto bene. Gli accenti sono percepiti differentemente a seconda di chi ascolta e io trovo che qualcuno sia molto più difficile di altri. Per me, qualche accento è affascinante, altri sono divertenti e altri ancora possono essere un po’ faticosi.

Avendo trascorso parecchio tempo all’estero e avendo appreso lingue nuove, ho acquisito una competenza in più molto utile: individuare la provenienza di qualcuno semplicemente sentendone l’accento. La cosa bella degli accenti è che sono unici ma, per essere obiettiva, questa può ritorcersi contro se si tenta di capire qualcuno che ha un accento non comune.

Dopo aver gettato numerosi drink sbagliati al pub dove lavoro, trascorso lunghissime ore al telefono con grandi aziende e acquistato biglietti ferroviari sbagliati quando viaggiavo all’estero, sono arrivata alla conclusione che non importa quanto bene riesci a capire l’inglese, comunque ti troverai a dover affrontare sempre il problema dell’accento inglese. Talvolta tanti accenti differenti possono rendere l’inglese più complicato da capire, ma offrono anche un suono distintivo per ognuno.

Studiando l’inglese con docenti provenienti da diverse parti del Regno Unito è possibile appurato la miriade di modi in cui persino una semplice parola come ‘water’ può essere pronunciata. Poiché il mondo diventa sempre più accessibile a tutti e l’inglese viene parlato da un numero crescente di persone, puoi fare una passeggiata per una strada affollata di Londra e iniziare una conversazione con persone di tutto il mondo semplicemente chiedendo: “Where is your accent from?”.

image: Andrew Beeston

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked