La Start Up in inglese: tutto ciò che devi sapere

start up in inglese

Sei uno studente o un imprenditore? Avrai sentito sicuramente parlare di start up, le nuove imprese dalle idee innovative. Il termine start up era collegato all’inizio alle società del settore informatico e indicava aziende dall’elevato contenuto tecnologico, che avevano bisogno di capitali per poter partire. Oggi start up è un termine che si applica a vari tipi di aziende, ma tutte hanno in comune il fatto che sono temporanee, perché la start up mira a diventare un’azienda vera e prorpia, il fatto che il loro modello di business sia sperimentale e quindi innovativo, e infine il fatto che i modello di business sia scalabile, cioè permette all’azienda di crescere in modo esponenziale.

Impara l’inglese con le lezioni private famose in tutto il mondo – 10 lezioni private gratis con insegnante madrelingua. Prenota subito la tua consulenza gratuita.

Start up: significato e vocabolario

Il termine start up, inglese, si può tradurre con “inizio”. Questa parola ha iniziato a circolare svariati anni fa nel mondo dell’informatica e della tecnologia, e in particolare negli Stati Uniti. Per questo motivo, anche se ormai la figura della start up è riconosciuta anche in Italia con leggi che ne stabiliscono le caratteristiche, questo tipo di impresa e tutti i termini correlati sono inglesi. In questa guida troverai il vocabolario e le espressioni del mondo delle start up.

Perché è importante conoscere i termini inglesi delle start up?

Anche se è un tipo di impresa riconosciuta in Italia, la start up proviene dal mondo anglosassone e tutti i termini legati alla costituzione e al funzionamento di questo tipo particolare di azienda sono e restano inglesi, e non hanno trovato tutti una traduzione soddisfacente in italiano. Se vuoi fare business con le start up, o se studi in questo settore, non puoi fare a meno di conoscerne il vocabolario preciso. Potrai così informarti e di restare aggiornato su quest’argomento consultando fonti in inglese, sia cartacee che sul web, di chiedere fondi, di sapere come compilare un business plan, e in poche parole di scrivere, leggere e capire i vari argomenti legati alle start up. Ma non solo: il mondo dell’imprenditoria, in generale, fa largo uso di termini inglesi. Dagli adempimenti burocratici ai contatti con i potenziali finanziatori, quindi, conoscere il vocabolario delle start up è essenziale per lavorare in questo settore sia come imprenditore che come consulente.

Il vocabolario delle start up: traduzione e significato

Termine ingleseSignificato
A/B TestingLa creazione di due versioni diverse di un elemento (pagina web, immagine ecc.) per capire quale funziona meglio presso il pubblico di riferimento.
AcceleratorProgramma di sostegno e investimento che rende la crescita delle start up più rapida.
Acqui-hireAcquisto di una società da parte di un’altra per acquisire il team di persone di quella società.
AcquisitionAcquisizione di una società da parte di un’atra.
AttractionLa capacità di attirare capitali nuovi.
BootstrappingL’ autofinanziamento della startup con capitali e fondi propri.
PatentBrevetto che protegge un’opera propria dal punto di vista legale.
Burn rateVelocità con cui una start up perde denaro prima di generare profitti.
Business angelInvestitore privato che offre capitale e risorse per assistere una start up.
Business modelIl modello di impresa descrive in che modo l’azienda intende guadagnare.
Business planDocumento dettagliato che descrive l’attività d impresa, le risorse e i tempi per sviluppare il progetto.
B2A (Business to Administration)L’azienda si rivolge alla pubblica amministrazione.
B2B (Business to Business)L’azienda si rivolge ad altre imprese.
B2C (Business to Consumer)L’azienda si rivolge al consumatore finale.
B2B2C (Business to Business to Consumer)L’azienda si rivolge al consumatore finale tramite altre imprese intermediarie.
Buy backRiacquisto di azioni proprie da parte di una società quotata.
Buy-outAcquisto della maggioranza delle azioni di un’azienda con capitali prestati da finanziatori esterni.
Capital gainDifferenza tra il prezzo di acquisto e prezzo di vendita.
CEO (Chef Executive Officer)Amministratore delegato.
CFO (Chief Financial Officer)Responsabile dei servizi amministrativi e finanziari di un’azienda.
CIO (Chief Information Officer)Responsabile dei servizi informatici.
ClosingIl momento in cui si conclude un investimento.
CoworkingLa condivisione degli spazi di lavoro.
CrowdfundingRaccolta di fondi per sostenere la startup.
Customer Development ModelModello di sviluppo della start up basato sulle esigenze dei clienti finali.
DisruptionLa fase in cui una tecnologia innovativa crea un cambiamento e genera un nuovo modello di business.
Elevator pitchPresentazione breve e schematica della start up per conviene e ottenere fondi
EquityCapitale dell’azienda versato dai soci.
ExecutionLa fase della start up in cui si mette in pratica i modello di business.
Executive summaryPrima parte del business plan che ne descrive sinteticamente gli argomenti.
FounderIl fondatore della startup.
FundI fondi e gli investimenti necessari per realizzare la start up.
FundraisingAttività̀ di raccolta dei fondi.
Go-To-MarketL’attività con cui una start up acquisisce i clienti
ICT (Information and Communication Technology)Insieme delle tecnologie dell’informazioni e della comunicazione.
Initial Public Offering (IPO)L’offerta pubblica di vendita o di sottoscrizione delle azioni di un’impresa.
Investment agreementContratto di investimento con le clausole che regolano l’operazione di acquisizione della partecipazione.
Investor dayEvento in cui gli startupper incontrano imprese e investitori ottenere fondi.
Love capitalIl capitale raccolto nella fase iniziale presso parenti e amici.
MentorConsulenti delle start up.
MilestoneLe varie fasi del raggiungimento degl obiettivi di una start up.
NDA (Non Disclosure Agreement)Accordo di riservatezza tra gli investitori e a start up sulla condivisione delle informazioni.
Open innovationCollaborazione tra start up e aziende tradizionali.
OutsourcingEsternalizzazione di un processo aziendale prezzo altre imprese.
PivotCambiamento nella strategia di una start up.
Private equityForma di investimento da parte di soggetti privati.
Proof of Concept o PoCTest pratico per verificare il funzionamento di un servizio o un prodotto della start up.
RevenueRicavi di una start up.
Reward crowdfundingRaccolta fondi che prevede una ricompensa in denaro o in beni e servizi.
ScalerAziende che favoriscono la crescita della start up.
ShareholderSocio della start up.
Spin-offCreazione di una nuova società̀ a partire da un ramo della start up.
StageFase dello sviluppo di una startup.
TeamLe persone che lavorano nella startup.
ValuationProcesso con cui si determina il valore di una start up.
VisionDescrizione sintetica degli obiettivi e delle motivazioni di una start up.

Sei pronto per la tua start up?

Ora che hai imparato i termini fondamentali, è il momento di mettere alla prova le tue conoscenze e di ampliarle. Il modo migliore per farlo è scegliere un corso di business English.

Articoli correlati: Parliamo d’affari in inglese?

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked