Business English: come fare conversazione alla macchinetta del caffè

Ti trovi in un contesto professionale multinazionale nonostante tu stia ancora studiando l’inglese e quindi hai bisogno di riuscire a cavartela? O forse hai un collega che parla inglese che vorresti conoscere meglio.

Qualsiasi sia la tua situazione professionale, ecco la guida di EF English Live alle conversazioni da ufficio.

Alla macchinetta del caffè

Con il latte in mano e dei tabulati in sospeso, queste sono solo poche frasi che potrebbero capitarti di sentire tra i tuoi colleghi in un momento di pausa. Sono facili da cogliere e da usare.

  1. (to) play catch up – essere in ritardo per iniziare qualcosa e quindi fare un grosso sforzo per farcela; significa che sei stato troppo pigro (!), più spesso si riferisce a quando qualcosa arriva all’ultimo minuto o stai lavorando con una scadenza strettissima.

“We’re playing catch-up on that commission from France”          .

Significato: stiamo facendo gli straordinari per preparare tutto per la commissione francese.

Quando puoi usarla?

Per dire che siamo un po’ stressati o sotto pressione per la consegna di un progetto; per esprimere lo sforzo richiesto per risolvere qualcosa perché siamo in ritardo. Potresti anche usare questa espressione per motivare o guidare il tuo team a completare qualcosa – “we’re playing catch-up here, guys” – perché aggiunge un’aria di competizione.

  1. (to) pay a premium – significa pagare un prezzo più alto per qualcosa perché la sua qualità o la sua reputazione è migliore.

“We’re paying a premium for the plug from X Box, but it’s worth it”.

Quando puoi usarla?

Questa espressione può essere usata durante una conversazione davanti alla macchinetta del caffè; si riferisce a un affare che hai gestito in cui l’azienda (o te stesso) ha pagato un prezzo superiore a quello di mercato. Potresti usarla per guadagnare un po’ di prestigio o vantarti del tuo acquisto. 

  1. an uphill struggle/battle – significa un grosso ostacolo da superare.

Se sei impegnato in una situazione professionale con persone americane, sarà più facile che tu senta ‘uphill battle’; ‘uphill struggle’ ne è l’equivalente britannico.

es.

“Getting this new construction under budget is an uphill struggle, but we have to make it happen.”.

Quando puoi usarla?

Quando parli di un progetto particolarmente difficile o se vuoi far sembrare qualcosa difficile (!). Funziona anche molto bene l’espressione ‘playing catch-up’ – es. “we’re playing catch-up on the construction project and it’s going to be an uphill struggle”.

  1. (to) go upmarket – vendere il marchio a una clientela più ricca/iniziare ad attrarre mercati di lusso.

es.

“We’ve decided to go upmarket and sell our scarves at Liberty/Macy’s/smart department store…”.

Quando posso usarla?

Per descrivere un ‘upgrade’ nel tuo business plan/una decisione per aumentare il prezzo e la qualità di un prodotto e venderlo a una clientela ricca. È molto utile se lavori al dettaglio. Ma puoi anche usarlo in modo più informale per parlare di te e delle tue proprietà, ad esempio: “We’re looking to get a new car…thinking of going upmarket and getting something sporty”.

  1. (to) buy into – per sostenere/promuovere o essere d’accordo con.

Di solito non si usa per significare acquistare qualcosa: è diventata una metafora professionale usata principalmente quando qualcuno sostiene o asseconda un’azione di un collega o dell’azienda.

es.

“David in finance says there are pay rises on the way. I’m definitely buying into that!”.

Come puoi usarla?

Quando sei interessato o incuriosito da qualcosa che potrebbe avere un buon potenziale per te/per il tuo lavoro. Puoi usarla anche per riferirti ai clienti potenziali, per indicare il livello d’interesse della loro offerta, ad esempio: “the plan you’re offering is definitely something we would consider buying into”.

Ed ecco qualche espressione da evitare…

Queste espressioni erano tutte incluse nell’Inchiesta sul gergo professionale più noioso del Forbes magazine. Abbiamo selezionato le nostre tre preferite: quella più di cattivo gusto, quella più abusata e quella più strana. Quindi usale a tuo rischio e pericolo…

  1. Open the kimono

Secondo Forbes questa potrebbe essere usata per significare ‘rivelare delle informazioni’ o dare accesso/informazioni utili a un cliente, ad esempio: “Head office want to know about this new deal we’ve got brewing. I told them we would open the kimono once we have it settled”.

  1. To make hay

Questa è un’espressione concisa derivata dal noto proverbio ‘to make hay while the sun shines’, che significa sfruttare a proprio vantaggio. Ora viene usata in ambito professionale per significare essere produttivo nel breve periodo o fare qualcosa di molto remunerativo in modo rapido.

  1. Thinking outside the box

Questa è una delle espressioni di business English più usata, diffusa anche in molte altre culture. Thinking outside the box significa pensare in modo non convenzionale, fare qualcosa fuori dell’ordinario o lavorare per trovare una soluzione creativa per un problema comune. Probabilmente, ci spiace, ma vedrai che anche tu smetterai di dirla a un certo punto.

Articoli correlati

1 comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked