Perché l’inglese è diventato un linguaggio globale

Spesso parlando dell’inglese si dice che è un linguaggio globale o una lingua franca. Con più di 350 milioni di parlanti madrelingua nel mondo e più di 430 milioni che lo imparano come seconda lingua, l’inglese è parlato in quasi tutti i Paesi del mondo. Ma perché è così popolare? E perché è diventato un linguaggio globale?

 

Molti definiscono l’inglese la lingua del commercio internazionale, cosa che è sempre più vera man mano che i rapporti commerciali internazionali si espandono, creando ogni anno contatti tra Paesi nuovi. Gran parte dei migliori corsi MBA sono in inglese, perciò chi lo parla si trova in una posizione migliore per ottenere la formazione e le qualifiche migliori. Inoltre, molte società multinazionali richiedono ai potenziali dipendenti un certo livello di inglese prima di assumerli, perciò sono sempre di più le persone che studiano la lingua per avere un’opportunità in una grande azienda.

Anche se i tuoi obiettivi sono di ambito medico o scientifico non devi trascurare l’inglese. Gran parte della terminologia tecnica viene creata a partire da parole inglesi e per scoprire gli ultimi sviluppi e le ultime scoperte fatte nel mondo devi leggere riviste e relazioni di ricerca che sono scritte in inglese, indipendentemente dal fatto che gli scienziati che le hanno scritte siano originari della Cina o della Norvegia. Senza contare il fatto che, se hai un buon livello di inglese per conversare, vuol dire che sei in grado di fare networking e crearti una rete di contatti importanti alle conferenze e ai seminari.

L’inglese ti apre anche le porte del mondo accademico. Naturalmente, se il corso migliore nel tuo campo di studi si trova in una nazione anglofona, sapere l’inglese ti darà l’opportunità di studiare con i migliori del settore. Le università del mondo occidentale attirano sempre più studiosi, studenti e professori da tutto il mondo, che usano l’inglese come lingua di lavoro per comunicare tra di loro. Oltre allo studio e al lavoro, il successo in ambito accademico dipende da cose come la partecipazione a conferenze internazionali e le pubblicazioni in riviste scientifiche estere e in entrambi i casi, per parlare alle conferenze o scrivere un articolo sulle riviste, un ottimo inglese è essenziale.

I giornalisti e gli scrittori di tutto il mondo scoprono sempre più spesso che una buona padronanza dell’inglese è una capacità utile da avere. Anche se scrivi articoli e fai interviste nella tua lingua, una buona conoscenza dell’inglese ti permette di ottenere materiali di riferimento dalle agenzie di stampa internazionali e di leggere giornali e riviste di tutto il mondo. Se sai l’inglese puoi intervistare uomini d’affari stranieri e rappresentanti diplomatici e magari anche essere inviato come reporter a seguire notizie all’estero. Un buon livello di inglese significa anche se non ti devi affidare ai traduttori e che puoi lavorare più velocemente e più accuratamente basandoti sulle fonti d’informazione in inglese.

Se vuoi lavorare nel settore dei viaggi, l’inglese è assolutamente essenziale. Infatti è la lingua internazionale dell’aviazione, per cui tutti i piloti aerei e il personale di bordo devono saperlo parlare. Ma anche se non devi volare, se sai parlare bene l’inglese sei in grado di comunicare con i clienti e i fornitori di tutto il mondo.

Che cosa ti impedisce di imparare questo linguaggio globale? Con tutte le risorse disponibili su internet e con tante persone in tutto il mondo con le quali puoi parlare in inglese, è proprio il momento giusto per iniziare a studiarlo. Prendi un libro, impara qualche parola o iscriviti a al nostro corso online oggi stesso e fai il primo passo per entrare a far parte dei quasi 800 milioni di persone che parlano inglese nel mondo.

Articoli correlati

> Da dove ha origine la lingua inglese?

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked