Il gergo professionale e quello che ci insegna sull’inglese

Chiunque lavori in un ufficio ha a che fare con il gergo professionale. Neologismi professionali, termini gergali, linguaggio tipico aziendale, in qualsiasi modo lo chiami, vuol dire sempre la stessa cosa: parole ed espressioni usate nel mondo professionale non sono utilizzate o comprese anche al di fuori di quell’ambiente. Perché usiamo il gergo in ufficio? E da dove è cominciato?

I vari tipi di gergo professionale

I manager di tutti i settori professionali sembrano amare molto il gergo: ritengono che aiuti a coinvolgere i propri impiegati e a motivarli, e quindi utilizzano un lessico enorme di parole apparentemente senza senso per provare a comunicare un sentimento ai lavoratori piuttosto del significato vero e proprio dei vari termini.

Heads up!

Let’s think outside the box!

Let’s go forward together!

Tutte queste espressioni vogliono trasmettere un sentimento positivo ed energizzante ai lavoratori per renderli più produttivi.

Non importa in quale settori lavori: sicuramente esisteranno termini ed espressioni che hanno questo scopo, sebbene le parole possono variare da settore a settore. Ad esempio:

Il gergo del marketing

Questo è stato il primo settore ad adottare un gergo proprio. Il marketing è un settore creativo, in cui si concepiscono le campagne pubblicitarie più attraenti per riuscire a vendere i prodotti. Sono coinvolti grossi capitali e quindi i manager del marketing hanno iniziato a dare enfasi al linguaggio per provare a stimolare la creatività. Allo stesso tempo hanno introdotto un gergo che ricorda agli impiegati che, nonostante la creatività coinvolta, il loro vero lavoro è comunque quello di vendere prodotti ai clienti.

Blue-sky thinking – pensare senza restrizioni e con senso pratico, pensare liberamente

The hard sell – strategie di marketing aggressive create appositamente per indurre i clienti ad acquistare i prodotti immediatamente

Ideation – la capacità di emergere con nuove idee efficaci

Thought shower – che tu ci creda o no, questo termine è veramente utilizzato nel mondo professionale. La parola brainstorm può essere utilizzata al suo posto, ma questa è un’espressione nuova che indica un gruppo di lavoratori che lavorano assieme in cerca di idee

Il gergo finanziario

Il mondo della finanza è un mondo frenetico, in cui prospera il machismo, e il gergo finanziario lo riflette bene. Termini finanziari tradizionali sono stati poi adottati anche nel mondo professionale in generale.

Leverage – è un termine finanziario che significa speculare con dei soldi avuti in prestito. Il termine leverage è ora usato in tutti i settori professionali con il significato di usare o approfittare. Ad esempio, ‘we need to leverage the data’ (dobbiamo usare i dati) o ‘let’s leverage our expertise.’

The bottom line – un altro termine finanziario; questo si riferisce ai guadagni o agli utili netti dell’azienda, un’informazione che di solito si trova nella riga in fondo ai report aziendali. Nel linguaggio professionale di oggi, the bottom line viene usata per descrivere la parte più importante di qualcosa. Ad esempio, ‘the bottom line is we need to sell more product.’

Il gergo professionale più recente

Il gergo professionale in inglese, come in italiano, si evolve continuamente, cambia come cambia il mondo professionale. E la nostra dipendenza dai computer e da internet influenza moltissimo il gergo professionale di oggi tanto che moltissime espressioni professionali, soprattutto nei settori creativi, derivano dal linguaggio dei computer e dal mondo online.

Take this offline – se qualcuno ti chiede ‘can we take this offline?’, significa che ti sta chiedendo se puoi parlarne dopo o in privato.

Unplug – significa fare una pausa dalla comunicazione costante su Twitter, Facebook, email e smartphone.

Zero cycles – i computer funzionano in base a cicli d’istruzioni. Se qualcuno dice ‘sorry, I have zero cycles for this’, significa che non ha tempo. Questo è un altro esempio di gergo che fa parlare le persone come se fossero dei computer!

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked