L'inglese della vita reale

La guida di EF English Live a Williamsburg, NYC

La tua guida alla zona autoproclamatasi sede degli hipster di New York.

Gli abitanti di New York sono un gruppo straordinario. Chiedi a uno di loro da dove viene e non ti risponderà mai “America”.

Anche gli ultimi arrivati dicono subito di essere di New York; ma uno Yankee autentico sa che il vero senso di appartenenza è dato dal proprio quartiere. E in nessun altro posto questo è vero quanto a Brooklyn, la zona di New York che si è più sviluppata a contrasto degli eccessi e degli splendori di Manhattan.

Brooklyn, che si sviluppa lungo l’East River, è uno dei cinque distretti di New York, assieme a Manhattan, Queens, Bronx e Staten Island. E, all’interno di Brooklyn, c’è un altro quartiere che ha guadagnato un suo status di popolarità: Williamsburg.

Oggi Williamsburg è nota come la zona degli hipster, ma ha una storia e una cultura ricca alle spalle, che va al di là di questo fenomeno.

Williamsburg: i fatti nudi e crudi

Williamsburg è un quartiere di New York che si trova all’interno di Brooklyn.

A ovest c’è l’East River (dall’altra parte ci sono i grattacieli di Manhattan); a est c’è il vicino distretto del Queens, più gli altri sobborghi di Brooklyn, Bushwick e Ridgewood; a sud Bedford-Stuyvesant (o Bed-Stuy per gli abitanti); a nord la zona tradizionalmente polacca di Greenpoint.

Questo quartiere recentemente è diventato un obiettivo per i ricchi newyorkesi grazie alla sua vivace scena culturale, artistica e musicale e ai suoi costi per gli affitti, soprattutto nell’area intorno a Bedford Avenue.

In questo quartiere è anche presente una forte comunità di ebrei chassidici.

Williamsburg: qualche cenno storico

Ancora ufficialmente separata da New York City, il borgo di Williamsburg è stato incorporato nella città di Bushwick nel 1827. Questo sostegno extra strutturale ha spinto moltissimo la produttività dell’area. Raffinerie di zucchero, birrifici e cantieri erano i settori industriali principali che occupavano il lungo fiume di Williamsburg.

Nel 1855 Williamsburg è stata incorporata nella città di Brooklyn, e poi nel 1898 Brooklyn è stata ufficialmente incorporata a New York. Nel 1903 è stato inaugurato il bellissimo Williamsburg Bridge e da allora ha iniziato ad arrivare un’ondata di immigrati.

L’alto flusso di popolazione di Williamsburg ha continuato anche a metà del ventesimo secolo. Dopo la seconda guerra mondiale, molti europei trovarono rifugio a Brooklyn, tra loro, gli ebrei chassidici che scappavano dalla persecuzione europea e trovarono casa qui. E i Dominicani e i Portoricani giunsero qui provenienti dalle loro isole d’origine.

Hipster-ville: perché Williamsburg è diventata così oggi?

Negli anni Ottanta e Novanta Williamsburg ha sviluppato una florida scena indie. Gli artisti sono rimasti attratti da questa area e dai prezzi bassi degli affitti; col tempo, sono arrivati anche i mass media e i ricchi inquilini di Manhattan.

Ora il quartiere vanta una comunità di hipster tra i suoi abitanti ebrei e dominicani: un quartiere vivace dal punto artistico, pieno di mercatini delle pulci, bar, ristoranti e gallerie d’arte alla moda.

E birra, che è una delle industrie tradizionali di Williamsburg, ora rinata. La fabbrica Brooklyn Brewery, la birra di New York, con sede a Williamsburg, merita sicuramente una visita: assaggerai la sua birra in qualsiasi bar della città!

Abitanti famosi di Williamsburg

  • Alex Turner degli Arctic Monkeys (quando ancora era fidanzato con Alexa Chung, vivevano qui)
  • Mel Brooks – attore e regista
  • Barbra Streisand – cantante e attrice
  • David Karp – creatore di Tumblr
  • Man Ray – fotografo/artista
  • Winona Ryder – attrice

I 5 locali musicali migliori di Williamsburg

  • Music Hall of Williamsburg – a pochi passi dalla metro di Bedford Ave, è il locale più importante; ospita grandi band e ha un suono magnifico.
  • Brooklyn Bowl – Questlove di The Roots DJs è qui tutte le settimane; e qui potresti incontrare anche Kanye West!
  • Brooklyn Knitting Factory – è un ex locale di Manhattan che si è trasferito a Brooklyn; un altro locale classico, più piccolo del Music Hall of Williamsburg, ci suonano alcuni gruppi molto noti.
  • Pete’s Candy Store – il classico miscuglio: qui una sera alla settimana puoi vedere un concerto di musica elettronica, uno spettacolo di cabaret o il concerto di qualche cantautore acustico. Inoltre serve panini fino all’una di notte.
  • Public Assembly – un grande spazio, in una ex fabbrica di maionese; se ti piace la dance music, qui troverai quella migliore.

I posti migliori in cui mangiare a Williamsburg

  • Nitehawk Cinema – cosa mangiare mentre guardi un film? Questo è il posto per te. Si trova sulla Metropolitan Avenue.
  • Mesa Coyoacan – cerchi un bel ristorante messicano? Questo è un bel posto per assaggiare i sapori di Mexico City. Si trova su Graham Avenue.
  • Rye – un locale hipster dove trovare gente del posto che viene qui per mangiare e osservare come sono vestiti. È un locale nuovo ma sembra molto alla mano.

I posti da vedere a Williamsburg

Sia che tu sia a Williamsburg per una lunga visita, o sia solo di passaggio a New York ma vuoi passare una giornata qui, ecco qualche posto che non devi assolutamente perdere:

  • East River State Park – un bel posto dove rilassarsi, con alle spalle la skyline di Manhattan. Ci sono anche dei bei posti dove mangiare: prova nella zona intorno a Kent Avenue.
  • Williamsburg Bridge – puoi camminare o andare in bicicletta su questo bel ponte, costruito all’inizio del ventesimo secolo, che gode di una vista magnifica!
  • Bedford Avenue – la via hipster. Bedford Avenue, che corrisponde anche alla fermata della metropolitana più facilmente accessibile provenendo da Manhattan, è piena di bar, gallerie, locali musicali e ristoranti della Williamsburg ‘hipster’.
  • Beacon’s Closet – il magazzino vintage più noto, è vicino a Bedford Avenue e, se hai tempo, vale una visita. C’è sempre qualcosa di bello da trovare.
  • Brooklyn Bowl – è una sala da bowling ma è anche un locale meraviglioso per la musica, un bar e qualche volta ospita anche dei mercatini di abiti vintage. È un posto molto bello per passare del tempo e merita se vuoi fare una vera esperienza di Williamsburg.
  • Brooklyn Brewery – come detto prima, questo birrificio speciale produce in serie la famosa birra di New York, oltre ad altre varietà di birra.

Pronto per partire destinazione Williamsburg? Allora preparati con i nostri esercizi di inglese per viaggiare e la guida vacanze in inglese.

Wil è uno scrittore, insegnante e brillante studente di tecnologia e di lingue. Insegna lingue in aula e online da circa 10 anni, ha formato insegnanti su come insegnare in aula e usare la tecnologia internet e scritto materiali di e-learning per i siti principali. Parla quattro lingue ed è sempre sul punto di iniziare a studiarne un’altra.

Wil

Article – Bottom – Ad12